accoglienza adozioni alunni assemblea assemblea sindacale assenza ATA bambini CGIL classi collegio Collegio dei Docenti Collodi commissione comportamento conferenza Consigli di Classe contratti convocazione coordinatori didattica dipendente docente docenti esame di stato esami esami di stato famiglie finali fisica Fondazione genitori istituto libri patentino personale Pinocchio premiazione progetto scrutini scrutinio stage studenti tassi valutazione Albo on line (195)
Amministrazione Trasparente (9)
Assenze 2010 (10)
AT_Altri Contenuti (8)
AT_Attività e Procedimenti (6)
AT_Bandi di Concorso (2)
AT_Bandi di Gara e Contratti (52)
AT_Beni Immobili e Gestione Patrimonio (2)
AT_Bilanci (9)
AT_Consulenti e Collaboratori (1)
AT_Disposizioni Generali (5)
AT_Enti Controllati (4)
AT_Organizzazione (11)
AT_Pagamenti dell'Amministrazione (2)
AT_Performance (5)
AT_Personale (29)
AT_Provvedimenti (2)
AT_Servizi Erogati (3)
AT_Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici (2)
Bacheca Sindacale (124)
Codici Disciplinari (17)
Collegio dei Docenti (2)
Comitato studentesco (3)
Comunicati 2009-2010 (50)
Comunicati 2010-2011 (234)
Comunicati 2011-2012 (215)
Comunicati 2012-2013 (251)
Comunicati 2013-2014 (327)
Comunicati 2014-2015 (290)
Comunicati 2015-2016 (300)
Comunicati 2016-2017 (148)
Comunicati_scambio (15)
Consigli di Classe (9)
Consiglio di Istituto 2010-11 (14)
Consiglio di Istituto 2011-12 (9)
Consiglio di Istituto 2012-13 (6)
Contrattazione Integrativa d'Istituto (10)
dipartimenti disciplinari (2)
Esami (16)
Eventi (14)
Events (1)
Foto (5)
Il Dirigente Scolastico (1)
Il Personale (3)
Il Personale A.T.A. (8)
Il Personale Docente (16)
In Evidenza (911)
Iscrizioni Classi I – A.S. 2016/17 (10)
Istituto (8)
Laboratori (14)
Libri di Testo a.s.2015-2016 (1)
Materiale Didattico (5)
Modulistica Studenti (14)
News (78)
Operazione Trasparenza (24)
Organi Collegiali (13)
Organigramma (17)
Orientamento (19)
Orientamento – vecchi articoli (40)
Orientamento in entrata (1)
Orientamento in uscita (65)
Piano Offerta Formativa (17)
prova (1)
Rete Provinciale Licei (4)
Studenti (74)
Valutazione (26)

WP Cumulus Flash tag cloud by Roy Tanck requires Flash Player 9 or better.

Cerca documenti

                                                                                              AL PERSONALE DOCENTE

                                                                                              AI COORDINATORI DEI CONSIGLI DI CLASSE

                                                                             

OGGETTO: ADEMPIMENTI E SCADENZE RELATIVI ALLA PROGRAMMAZIONE E ALLA VERIFICA DELL’ATTIVITÀ

                      EDUCATIVA E DIDATTICA A LIVELLO DI ISTITUTO – A.S. 2010/2011

 

A – Piano dell’Offerta Formativa

 

Il P.O.F. è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale dell’Istituzione Scolastica ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia.

Il Piano dell’Offerta Formativa è coerente con gli obiettivi generali ed educativi dei diversi tipi ed indirizzi di studi determinati a livello nazionale e riflette le esigenze del contesto culturale, sociale ed economico della realtà locale, tenendo conto della programmazione territoriale dell’offerta formativa. Esso comprende e riconosce le diverse opzioni metodologiche, anche di gruppi minoritari, e valorizza le corrispondenti professionalità.

Il P.O.F. è elaborato dal collegio dei docenti sulla base degli indirizzi generali per le attività della scuola e delle scelte generali di gestione e di amministrazione definiti dal Consiglio di istituto, tenendo conto delle proposte e dei pareri formulati dagli organismi e dalle associazioni anche di fatto dei genitori. Il Piano è adottato dal Consiglio di Istituto. Il Dirigente Scolastico attiva i necessari rapporti con l’Ente locale, e con le diverse realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche operanti sul territorio.( Art. 3 DPR  8.3.99 nr. 275)

Il Collegio dei Docenti dell’Istituto ha elaborato il P.O.F.  nella seduta di settembre 2010, integrandolo con ulteriori deliberazioni.

Successivamente il POF è stato adottato dal Consiglio di Istituto.

 

Relativamente alle classi 1^  si dovrà fare riferimento a

- D.P.R. 15 marzo 2010 , n. 89  Regolamento    recante    revisione    dell'assetto    ordinamentale,organizzativo e didattico dei licei a norma dell'articolo  64,  comma 4,  del  decreto-legge  25  giugno  2008,  n.  112,  convertito,  con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133.

- Allegato A al D.P.R. 89/2010

- Schema di regolamento recante “Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimento concernenti le attività e gli insegnamenti compresi nei piani degli studi previsti per i percorsi liceali di cui all’art. 10,comma 3, del d.P.R. 15 marzo 2010, nr. 89 in relazione all’articolo 2, commi 1 e 3, del medesimo D.P.R.”

 

Verifica del Piano dell’Offerta Formativa

 

-  Verifica in itinere: mese di gennaio 2011

Durante la seduta del Collegio dei Docenti ciascun Docente effettuerà, se necessario, una breve comunicazione, illustrando il caso specifico.

Sulla base di quanto riferito dai singoli, il Collegio dei docenti esaminerà i casi di scarso profitto o di irregolare comportamento e deciderà eventuali adeguamenti del Piano dell’Offerta Formativa.

- Verifica finale : mese di giugno 2011

Il Collegio dei docenti effettuerà la verifica finale, come di consueto, durante la seduta di giugno, sulla base delle comunicazioni effettuate dai docenti coordinatori oppure dal dirigente scolastico.

 

POF 2010/2011 – PARTE  QUARTA – L’AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA PER GLI STUDENTI – I PROGETTI DIDATTICI

Approvazione del piano definitivo da parte del Collegio dei docenti durante la seduta del 1/9/2010

Elaborazione dei piani di progetto da parte dello Staff coordinato dalla Responsabile della Funzione Strumentale/oppure dai referenti utilizzando l’apposito modello e invio ai docenti  entro il 20/9/2010

Adesione da parte dei consigli di classe  durante la seduta del mese di ottobre 2010

Impegni di spesa da parte del Consiglio di Istituto

 

B – Riunione dei dipartimenti/ gruppi disciplinari  (giovedì 23 settembre 2010)

 

I docenti si riuniscono per procedere ai seguenti adempimenti :

a) avuto riguardo agli  obiettivi generali delle discipline e degli obiettivi specifici per classe, indicati nel P. O. F.,

definizione dei contenuti delle discipline per classe, eventualmente articolandoli per moduli, dei quali si individuano i prerequisiti generali richiesti, la durata in ore, i collegamenti logico –  concettuali e temporali (1);

b)individuazione  delle tipologie delle verifiche diagnostiche/iniziali ed in itinere; definizione del numero delle prove per ogni periodo e degli standard (livelli minimi) di competenze, conoscenze e capacità   richiesti per il passaggio alla classe successiva; elaborazione delle griglie di valutazione delle verifiche scritte (2);

c) proposte di acquisto di materiale didattico ecc.

 

NOTE:

1)  si deve considerare che nel Piano dell’Offerta Formativa per il corrente anno scolastico, già deliberato dagli OO.CC., è già stata inserita la parte relativa fin dal gennaio 2010. Si tratta di procedere ad una verifica puntuale di quanto già  stabilito. Si consiglia di apportare  solo le modifiche effettivamente  indispensabili ed ampiamente condivise;

2) tutto da stabilire invece è quanto richiesto alla lettera b. L’aver effettuato  questa seduta all’inizio delle lezioni  permette  ai consigli di classe di individuare strumenti di verifica “comuni”.

Non appare superfluo richiamare l’attenzione delle SS.LL. sull’importanza della valutazione diagnostica,  specialmente nelle classi prime. Essa può essere effettuata per “materia” oppure per aree (area linguistica, area scientifica ecc.) dovendosi accertare il possesso dei requisiti richiesti per iniziare il “programma” scolastico. Anche gli “interventi didattici per consolidamento delle competenze iniziali” rivolti agli studenti delle classi prime possono essere organizzati per aree disciplinari: è quindi opportuno che i dipartimenti forniscano delle indicazioni  in proposito in vista delle decisioni da adottare in  sede di consiglio di classe.

 

C – Programmazione delle attività educative e  didattiche del Consiglio di classe (seduta di ottobre 2010)

La Programmazione delinea il percorso formativo della classe e del singolo studente, adeguando ad essi gli interventi operativi, utilizza il contributo delle varie  discipline per il raggiungimento degli obiettivi cognitivi-operativi

(conoscenze/competenze/capacità) previsti dai Programmi e delle finalità educative (obiettivi socio – affettivi  comportamentali ) indicati dai Consigli di classe e dal Collegio dei  docenti.

E’ sottoposta sistematicamente a momenti di verifica e di valutazione dei risultati, al fine di adeguare l’azione didattica alle esigenze formative che emergono “ in itinere”.

 

Ciascun Consiglio di classe, al fine di agevolare l’attuazione del diritto allo studio e la piena formazione della personalità degli studenti, programmerà le attività scolastiche di integrazione, anche a carattere interdisciplinare, e le iniziative di recupero/sostegno, anche allo scopo di realizzare interventi individualizzati in relazione alle esigenze degli studenti  stessi.

Durante la seduta di ottobre 2010 i consigli di classe elaboreranno la Programmazione delle attività educative e  didattiche ed il Piano Educativo Individualizzato (P.E.I.) per gli alunni con attestazione diagnostica, utilizzando il modello predisposto dalla presidenza (cartaceo o file), avuto riguardo

- ai  programmi ministeriali

- a quanto concordato durante la riunione  dei dipartimenti disciplinari.

 

I documenti in parola saranno consegnati  in Presidenza  in unica  copia  dal segretario insieme al verbale della seduta.

In vista del documento che il Consiglio di classe, ai sensi  dell’art. 5  commi 2 e 4 del D.P.R. 23/7/1998 nr. 323 Regolamento del nuovo esame di Stato, è tenuto ad elaborare entro il 15.5 p.v.  al fine di agevolare la commissione nella stesura della terza prova, è necessario che nella Programmazione in parola siano indicati chiaramente i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi ed i tempi del percorso formativo, nonché i criteri, gli strumenti di valutazione adottati e gli obiettivi prefissati.

 

Verifica della Programmazione delle attività educative e  didattiche

 

- Verifica in itinere : mese di gennaio 2011

Durante la seduta di gennaio 2011 i consigli di classe, sotto la presidenza del docente coordinatore, effettueranno la verifica della Programmazione, sulla base delle risultanze delle verifiche della Programmazione Didattica Annuale, al fine di apportare eventuali modifiche e/o adeguamenti.

La verifica viene condotta  secondo lo schema di seguito riportato, da seguire anche nella verbalizzazione sull’apposito modello delle sedute mensili:

a)        andamento disciplinare della classe

b)       casi di alunni con scarso profitto o con irregolare comportamento, da presentare al Collegio dei docenti, allo scopo di individuare i mezzi per ogni possibile recupero

c)        integrazione di alunni con handicap

d)       svolgimento dei programmi previsti

e)        raggiungimento degli obiettivi comportamentali e cognitivi

f)        eventuali adeguamenti della Programmazione delle attività educative e  didattiche.

- Verifica finale : mese di giugno 2011

Durante la seduta di giugno i consigli di classe, sotto la presidenza del coordinatore, procederanno alla verifica finale  della Programmazione  delle attività educative e didattiche, utilizzando il modello predisposto dalla presidenza

(cartaceo o file)

 

D – Piano di lavoro individuale  (CONTRATTO FORMATIVO) entro sabato  20 novembre 2010

Il contratto formativo è la dichiarazione, esplicita e partecipata, dell’operato della scuola. Esso si stabilisce, in particolare, tra il do­cente e l’allievo ma coinvolge l’intero consiglio di classe e la classe, gli organi dell’istituto, i genitori, gli enti esterni preposti od inte­ressati al servizio scolastico.

 

Sulla base del contratto formativo, elaborato nell’ambito ed in coerenza degli obiettivi formativi definiti ai diversi livelli istituzionali:

l’alunno deve conoscere:

- gli obiettivi didattici ed educativi del suo curricolo

- il percorso per raggiungerli

- le fasi del suo curricolo

 

il docente deve:
- esprimere la propria offerta formativa
- motivare il proprio intervento didattico
- esplicitare le strategie, gli strumenti di verifica, i criteri di valutazione



il genitore deve:
- conoscere l’offerta formativa
- esprimere pareri e proposte

- collaborare alle attività

 

Il Piano di lavoro individuale  sarà elaborato dai docenti (docenti curricolari e non, di sostegno  ecc.)  entro sabato 20 novembre 2010, utilizzando il modello predisposto dalla presidenza  (cartaceo o file).

 

Verifica del Piano di lavoro individuale

La verifica in parola verrà effettuata dai singoli docenti entro il termine delle attività didattiche utilizzando il modello predisposto dalla presidenza (cartaceo o file)

I Commenti sono chiusi