accoglienza adozioni alunni assemblea assemblea sindacale assenza ATA bambini CGIL classi collegio Collegio dei Docenti Collodi commissione comportamento conferenza Consigli di Classe contratti convocazione coordinatori didattica dipendente docente docenti esame di stato esami esami di stato famiglie finali fisica Fondazione genitori istituto libri patentino personale Pinocchio premiazione progetto scrutini scrutinio stage studenti tassi valutazione Albo on line (195)
Amministrazione Trasparente (9)
Assenze 2010 (10)
AT_Altri Contenuti (8)
AT_Attività e Procedimenti (6)
AT_Bandi di Concorso (2)
AT_Bandi di Gara e Contratti (52)
AT_Beni Immobili e Gestione Patrimonio (2)
AT_Bilanci (9)
AT_Consulenti e Collaboratori (1)
AT_Disposizioni Generali (5)
AT_Enti Controllati (4)
AT_Organizzazione (11)
AT_Pagamenti dell'Amministrazione (2)
AT_Performance (5)
AT_Personale (29)
AT_Provvedimenti (2)
AT_Servizi Erogati (3)
AT_Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici (2)
Bacheca Sindacale (124)
Codici Disciplinari (17)
Collegio dei Docenti (2)
Comitato studentesco (3)
Comunicati 2009-2010 (50)
Comunicati 2010-2011 (234)
Comunicati 2011-2012 (215)
Comunicati 2012-2013 (251)
Comunicati 2013-2014 (327)
Comunicati 2014-2015 (290)
Comunicati 2015-2016 (300)
Comunicati 2016-2017 (148)
Comunicati_scambio (15)
Consigli di Classe (9)
Consiglio di Istituto 2010-11 (14)
Consiglio di Istituto 2011-12 (9)
Consiglio di Istituto 2012-13 (6)
Contrattazione Integrativa d'Istituto (10)
dipartimenti disciplinari (2)
Esami (16)
Eventi (14)
Events (1)
Foto (5)
Il Dirigente Scolastico (1)
Il Personale (3)
Il Personale A.T.A. (8)
Il Personale Docente (16)
In Evidenza (911)
Iscrizioni Classi I – A.S. 2016/17 (10)
Istituto (8)
Laboratori (14)
Libri di Testo a.s.2015-2016 (1)
Materiale Didattico (5)
Modulistica Studenti (14)
News (78)
Operazione Trasparenza (24)
Organi Collegiali (13)
Organigramma (17)
Orientamento (19)
Orientamento – vecchi articoli (40)
Orientamento in entrata (1)
Orientamento in uscita (65)
Piano Offerta Formativa (17)
prova (1)
Rete Provinciale Licei (4)
Studenti (74)
Valutazione (26)

WP Cumulus Flash tag cloud by Roy Tanck requires Flash Player 9 or better.

Cerca documenti

                                                    AL PERSONALE DOCENTE

                                                    AL DIRETTORE DEI SERV GEN E AMM.VI

                                                    ALLE PROF.SSE GALLORINI – VIZZARI 

                                                    ALL’ASS. AMMVA  RIFINO NICOLETTA

OGGETTO :  NUOVE ADOZIONI E CONFERME DEI LIBRI DI TESTO  per  A.S. 2012/2013

               PARTE PRIMA: INFORMAZIONE

Si pubblicano  di seguito, per conoscenza e norma, per le parti che interessano, la Circolare n. 18 del 09/02/2012 e successivi chiarimenti,  il D. M. n. 41 del 08/04/2009, il D. M. n. 43 del 10/05/2011 e le indicazioni relative ai testi consigliati:

 

Circolare n. 18 del 09/02/2012

Oggetto: Adozione dei libri di testo per l’anno scolastico 2012/2013 – Indicazioni operative.

 La scelta dei libri di testo nelle scuole statali di ogni ordine e grado costituisce rilevante momento di espressione dell’autonomia professionale e della libertà di insegnamento dei docenti e ha ormai trovato una compiuta regolamentazione ad opera della circolare

ministeriale 10 febbraio 2009, n. 16, che qui si intende integralmente richiamata, emanata in applicazione della normativa primaria vigente.

Al fine di agevolare i collegi docenti nella scelta dei libri di testo, si ritiene utile fornire alcune precisazioni, ferma restando la cadenza pluriennale (ogni cinque anni per la scuola primaria e ogni sei per la scuola secondaria di I e di II grado) delle adozioni.

Adozioni in forma mista

1. Le adozioni da effettuare nel corrente anno scolastico, a valere per il 2012/2013, presentano una novità di assoluto rilievo, in quanto, come è noto, i libri di testo devono essere redatti in forma mista (parte cartacea e parte in formato digitale) ovvero debbono

essere interamente scaricabili da internet. Pertanto, per l’anno scolastico 2012/2013 non possono più essere adottati né mantenuti in adozione testi scolastici esclusivamente cartacei.

A tale proposito, in relazione alla cadenza pluriennale delle adozioni, si forniscono le seguenti indicazioni:

1.1. I libri di testo in adozione dall’anno scolastico 2008/2009 (in cui ha trovato per la prima volta applicazione la legge n. 169/2008) devono essere sostituiti da testi in forma mista o scaricabili da internet, nel caso in cui siano in forma interamente cartacea.

1.2. Il passaggio alla forma mista o interamente scaricabile da internet consente una duplice scelta nel caso in cui risulti attualmente adottato un testo cartaceo: il mantenimento del medesimo testo in forma mista o scaricabile da internet ovvero la scelta di un diverso testo nelle medesime forme.

1.3. I libri di testo in forma mista (o interamente scaricabili da internet), in adozione nel corrente anno 2011/2012, devono essere mantenuti fino al termine del vincolo pluriennale.

Revisione degli ordinamenti

2. Come noto la scelta del collegio docenti non può essere modificata nell’arco dei periodi temporali previsti, fatta salva “la ricorrenza di specifiche e motivate esigenze”, presenti nel caso di revisione degli ordinamenti scolastici.

2.1. Considerato che la recente adozione delle Indicazioni Nazionali per i licei e delle Linee Guida per gli istituti tecnici e per gli istituti professionali potrebbe non aver consentito all’editoria scolastica l’integrale revisione dei testi già in uso, i collegi dei docenti

valuteranno l’opportunità di procedere ad una nuova scelta, qualora i testi in adozione si rivelino non adeguatamente rispondenti agli obiettivi specifici di apprendimento, come individuati nel nuovo ordinamento.

2.2. omissis

Tempi e modalità delle adozioni

Le adozioni dei testi scolastici, da effettuare nel rispetto dei tetti di spesa stabiliti per le scuole secondarie di I e di II grado, sono deliberate dal collegio dei docenti nella seconda decade di maggio per tutti gli ordini e gradi di scuola.

Coerentemente con quanto previsto al punto 1.1, si richiama l’attenzione dei dirigenti scolastici sulla esigenza di programmare con congruo anticipo tutte le attività ricognitive, propedeutiche alla delibera del collegio dei docenti, soprattutto in ordine alla verifica della

forma (cartacea, mista o scaricabile da internet) dei testi attualmente in uso, al fine di individuare quelli che potrebbero essere confermati e quelli che necessariamente devono essere sostituiti. Quindi, è opportuno che tale ricognizione venga effettuata anche nelle

more della acquisizione delle novità editoriali.

In particolare, i dirigenti scolastici avranno cura di esercitare la necessaria vigilanza affinché le adozioni dei libri di testo di tutte la discipline siano deliberate nel rispetto dei vincoli di legge, assicurando in ogni caso che le scelte siano espressione della libertà di

insegnamento e dell’autonomia professionale dei docenti. Pertanto, eventuali attribuzioni gratuite in qualunque forma, a favore dei docenti o dell’istituzione scolastica, non dovranno in alcun modo condizionare il giudizio valutativo da parte del collegio docenti nella fase di assunzione della delibera adozionale.

Infine le istituzioni scolastiche provvederanno ad affiggere all’albo dell’istituto e a pubblicare nel proprio sito web e su “Scuola in chiaro” l’elenco dei libri di testo adottati, distinguendo i testi obbligatori di ogni singola classe/sezione da quelli consigliati, evidenziando che, per questi ultimi, l’eventuale acquisto non costituisce un obbligo, ma rientra esclusivamente nella libera scelta delle famiglie e degli studenti.

Successivamente, secondo modalità definite dalla Direzione Generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi, verranno fornite indicazioni per la comunicazione delle adozioni effettuate.

Omissis.

Non è consentito modificare le scelte effettuate dopo l’adozione delle relative delibere da parte del collegio dei docenti, anche nel caso di diversa strutturazione della rete scolastica che dovesse intervenire, a partire dall’anno scolastico 2012/2013, per effetto dei

piani di dimensionamento regionali adottati ai sensi della legge n. 111/2011, come modificata dalla legge n. 183/2011.

I dirigenti di istituzioni scolastiche in cui, per il prossimo anno 2012/2013, risultino iscritti alunni non vedenti o ipovedenti, provvederanno immediatamente a richiedere, ai centri di produzione specializzati che normalmente curano la trascrizione e la stampa in braille, i testi scolastici necessari, al fine di consentire l’acquisizione della disponibilità dell’Ente Locale in ordine all’assunzione dei relativi oneri.

Si fa riserva, infine, di comunicare i prezzi di copertina dei libri di testo per la scuola primaria e i tetti di spesa per la dotazione libraria delle scuole secondarie di I e di II grado.

IL DIRETTORE GENERALE

F.to Carmela Palumbo

 Nota 1478 – Roma 09/03/2012

Oggetto: Adozione libri di testo a. s. 2012/2013 – C.M. n. 18/2012 – Chiarimenti

 Sono state segnalate alcune incertezze in ordine all’applicazione della circolare ministeriale n. 18 del 9 febbraio 2012, in relazione alla disposizione contenuta nell’articolo 15 del decreto legge n. 112/2008, convertito con modificazioni dalla legge n. 133/2008, secondo cui “ a partire dall’anno scolastico 2011-2012, il collegio dei docenti adotta esclusivamente libri utilizzabili nelle versioni on line scaricabili da internet o mista”.

In particolare, è stato richiesto se i testi scolastici in formato cartaceo, costituiti da due o più volumi e adottati nel decorso o nei decorsi anni scolastici anche per successivi anni di corso, debbano essere sostituiti da testi in formato misto o interamente scaricabili da internet, a partire dall’anno scolastico 2012/2013.

A riguardo, stante il tenore letterale della disposizione di riferimento, si fa presente che tali testi non necessitano del cambio di adozione, in quanto la loro scelta risulta  essere stata già effettuata in precedenti anni scolastici. 

Questo è il caso, ad esempio, dei testi di storia, geografia e matematica che, in molti casi, vengono adottati in più volumi riferiti al primo e ai successivi anni di corso.

E’ stato altresì richiesto se, qualora debbano essere oggetto di nuove adozioni testi in formato esclusivamente cartaceo, gli stessi debbano essere sostituiti con testi sia in formato misto (parte cartacea e parte digitale) e, allo stesso tempo, anche con testi interamente scaricabili da internet.

In proposito, si chiarisce che la sostituzione dei testi esclusivamente cartacei deve avvenire, ove richiesto, con testi in versione mista ovvero, in alternativa, con testi interamente scaricabili da internet.

La presente comunicazione viene inserita nei siti internet e intranet del Ministero.

IL DIRETTORE GENERALE

f.to Carmela Palumbo

Decreto Ministeriale n. 41 del 08/04/2009

Articolo 1 – Le caratteristiche tecniche dei libri di testo nella versione a stampa sono quelle contenute nell’allegato 1, punto 1/A, che costituisce parte integrante  del presente decreto.
Articolo 2 – Le caratteristiche tecnologiche dei libri di testo nelle versioni on line e mista sono quelle contenute nell’allegato 1, punto 1/B, che costituisce parte integrante del presente decreto.
Articolo 3 – 4 – 5 – 6 omissis

Allegato 1

Art. 15, comma 3, lett. a) e b) – Legge 6 agosto 2008, n. 133  Caratteristiche tecniche e tecnologiche libri di testo

PREMESSA

Il libro di testo, nella sua versione a stampa, on line e mista, costituisce uno degli strumenti didattici per la realizzazione dei processi di apprendimento definiti dagli ordinamenti scolastici dei diversi ordini e gradi di istruzione. L’assunto appare tanto più vero in una

fase della storia della scuola italiana in cui si mira – anche attraverso un’articolata personalizzazione dei percorsi e dei curricoli – sia a valorizzare al meglio il conseguimento di conoscenze e competenze durature, sia a perseguire azioni di recupero in itinere delle carenze formative e di valorizzazione delle eccellenze.

In tale contesto, si rende pertanto necessario l’uso di strumenti didattici componibili e integrabili; a tal fine il libro di testo, nella versione cartacea, on line e mista, può essere realizzato in sezioni tematiche, corrispondenti ad aspetti specifici delle singole discipline e degli ambiti disciplinari o per tematiche trasversali e deve corrispondere alle caratteristiche di seguito indicate, con esclusione dei testi per alunni con disabilità visiva i quali si avvalgono di specifiche modalità di trascrizione e adattamento.

Il collegio dei docenti adotta libri di testo, individuando, preferibilmente, quelli disponibili in formato digitale, scaricabili dalla rete internet ovvero quelli editi in forma mista, comprendenti una parte a stampa e una parte in formato digitale per l’integrazione o

l’eventuale aggiornamento del testo cartaceo con contenuti digitali aggiornabili. Il passaggio graduale ad una integrazione del testo con contenuti digitali interattivi consente infatti di accrescere la funzionalità dei libri di testo in forma tradizionale e di arricchire di nuove funzionalità (comparazioni, gestione delle informazioni) gli ambienti di apprendimento.

A partire dall’anno scolastico 2011-2012 non potranno più essere adottati (per il successivo anno scolastico) testi scolastici redatti esclusivamente nella versione cartacea, con l’opportuna flessibilità di utilizzo, in particolare, per le prime classi della scuola primaria. Il passaggio al testo digitale consente infatti di accrescere la funzionalità dei libri di testo in forma tradizionale e di arricchire di nuove funzionalità (comparazioni, gestione delle informazioni) gli ambienti di apprendimento. A sua volta il testo in forma mista favorisce la possibilità di accedere a schede o testi di approfondimento, tramite appositi link.

Sono fatte salve le disposizioni relative all’adozione di strumenti didattici ed dei relativi criteri di accessibilità per i soggetti diversamente abili.

Le caratteristiche pedagogiche dei testi scolastici a stampa, on line o in forma mista – da utilizzare nelle scuole di ogni ordine e grado – sono riportate nel successivo punto 1/A. Nei punti 1/B e 1/C sono invece segnalate rispettivamente le caratteristiche tecniche per la redazione dei testi scolastici a stampa e quelle dei testi scolastici on line o in forma mista. Tali caratteristiche identificano la qualità, la funzionalità e l’economicità dei testi in questione.

1/A – CRITERI PEDAGOGICI

Essi possono essere riassunti nei seguenti termini:

 proporre contenuti improntati al massimo rigore scientifico;

 sviluppare i contenuti essenziali, pertinenti ed adeguatamente aggiornati, delle singole discipline, con attenzione a renderne comprensibili i nessi interni e i collegamenti indispensabili con altre discipline, anche mediante gli aggiornamenti e le integrazioni a stampa o in formato digitale predisposte dagli editori;

 perseguire la qualità dei linguaggi utilizzati sotto ogni aspetto (verbale, iconico, audio, video, ecc.)

 consentire all’insegnante di realizzare un’attività educativa diversificata nelle modalità di intervento e nell’organizzazione adottata (lavoro individuale, cooperativo, a coppie, per piccoli gruppi di allievi, per gruppo di classe), per la gestione dell’eterogeneità della classe;

 favorire l’attività autonoma e la personalizzazione del lavoro dell’allievo (ricerca delle informazioni, trattamento dei dati acquisiti);

 garantire una formazione di dimensione europea;

 indicare le fonti alle quali è possibile attingere per eventuali approfondimenti;

 integrare e arricchire, ove possibile o opportuno, la dotazione libraria con altre pubblicazioni oltre che con strumenti informatici e multimediali, di uso individuale o collettivo, nel rispetto della vigente normativa sul diritto d’autore;

 indicare gli elementi che chiariscano l’impostazione, le scansioni, la metodologia e i collegamenti con altri strumenti e metodologie didattiche;

 impiegare un linguaggio coerente con l’età degli alunni e con le capacità ad essa corrispondenti, tenendo conto dei linguaggi specifici dei diversi ambiti;

 predisporre, ove possibile o opportuno, un glossario che espliciti il significato della parole di uso meno frequente utilizzate nel testo o di vocaboli stranieri;

 individuare i prerequisiti necessari agli alunni per la fruizione del materiale didattico;

 non prevedere riferimenti a messaggi di tipo pubblicitario.

1/B – CARATTERISTICHE TECNICHE DEI TESTI SCOLASTICI A STAMPA

Esse possono essere riassunte nei seguenti termini:

 indicare la conformità della pubblicazione alle previsioni di cui all’art. 5 della L. 169/2008; ha analoga valenza l’indicazione riportata sul catalogo, sia cartaceo sia off/on-line, prodotto di anno in anno dall’editore.

 produrre gli aggiornamenti eventualmente necessari in fascicolazione separata;

 prevedere l’utilizzo di immagini strettamente funzionali al testo, eventualmente inserite con utilizzo di materiale cartaceo diverso da quello utilizzato per la parte testuale;

 utilizzare materiale cartaceo di costo contenuto;

 utilizzare caratteri a stampa che rendano al possibile agevole la lettura in relazione alle diverse età degli alunni;

 inserire all’interno del testo il risultato di eventuali controlli di qualità e di leggibilità ai quali le case editrici, nell’esercizio della libertà di impresa, sottopongono i propri prodotti, con l’indicazione dell’eventuale soggetto che lo ha rilasciato;

 garantire che il libro di testo suddiviso in volumi destinati ai diversi anni di corso sarà stampato per tutta la durata del corso di studi;

 prevedere, ove necessario, la stampa a 4 colori sia per le illustrazioni che per la copertina.

Ulteriori caratteristiche tecniche per i libri di testo a stampa – scuola primaria

(omissis)

1/C – CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE PER I LIBRI DI TESTO NELLA VERSIONE ON LINE E MISTA

I libri di testo nella versione on line e mista, che a partire dalla prossima procedura di adozione potranno in tutto o in parte sostituire i libri di testo cartacei, comportano di necessità caratteristiche tecnologiche in fieri, poiché esse si rapportano alla continua e spesso rapida evoluzione delle nuove tecnologie digitali e dei nuovi strumenti informatici.

Quindi le caratteristiche tecnologiche qui di seguito delineate costituiscono un quadro esemplificativo che, limitatamente a questa fase di passaggio dalle versioni a stampa verso soluzioni digitali diversificate previste dal 2011, sia in grado di coniugare, per il prossimo anno scolastico, le esigenze che emergono, con crescente consapevolezza dal mondo della scuola di utilizzo delle potenzialità dei contenuti digitali con standard che siano sostenibili nel breve periodo dagli editori:

CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE

 Rendere disponibili i libri di testo on line scaricabili nei formati più diffusi nel mercato. Qualora il libro fosse realizzato in un formato “proprietario”, dovrà essere reso disponibile l’apposito software di consultazione

 Garantire massima compatibilità di fruizione con tutti i dispositivi hardware più diffusi

 Avvalersi delle possibilità offerte dai supporti multimediali: interattività, collegamenti ipertestuali, animazioni, con uso pertinente di supporti audio, video e di immagini

 Inserire un sommario navigabile che permetta il collegamento diretto ai corrispondenti contenuti e prevedere idonei collegamenti ipertestuali per il ritorno all’indice

 Prevedere funzionalità di lettura dinamiche: possibilità di inserire nel testo evidenziazioni, segnalibri, annotazioni

 Permettere la regolazione della velocità di fruizione di oggetti dinamici, in relazione all’età degli studenti ed alle caratteristiche dell’hardware, senza snaturare le caratteristiche didattiche e le funzionalità del libro elettronico

 Predisporre modalità per scaricare dalla rete internet contenuti e dati, nel rispetto della tutela del patrimonio informativo dell’autore e dell’editore

 Poter beneficiare ogni volta che sia necessario di una funzione di aiuto integrata o Guida in linea, di funzionalità di ricerca

 Utilizzare le potenzialità offerte dalla rete internet per l’aggiornamento delle informazioni, accesso a dati remoti e altri servizi integrativi

CRITERI GIURIDICI

 Fornire tutti gli elementi necessari a identificare i contenuti (nomi degli autori, data della creazione del prodotto, fonte e indicazione della natura dei documenti)

 Rispettare la normativa vigente in materia di diritto d’autore sia per i testi a stampa che per quelli in versione mista oppure on line scaricabili da internet

 Prevedere che le scuole possano utilizzare i programmi digitali a titolo collettivo per uso pedagogico e non commerciale, in base alle convenzioni pattuite con le case editrici

 Essere conformi alle norme vigenti sul trattamento dei dati personali, ai sensi del D.Lvo n. 196/2003.

 Decreto Ministeriale n. 43 del 10/05/2011 (a titolo orientativo si riporta quanto in vigore per questo anno scolastico poiché al momento non sono state impartite ulteriori istruzioni)

 Articolo 1 - omissis
Articolo 2 - I tetti di spesa, riferiti sia alla versione a stampa che a quella on line e mista, entro cui i docenti sono tenuti a mantenere il costo dell’intera dotazione libraria delle prime due classi della scuola secondaria di secondo grado, sono quelli stabiliti nell’allegato 2, che costituisce parte integrante del presente decreto.
Eventuali incrementi degli importi indicati debbono essere contenuti entro il limite massimo del 10 per cento, negli istituti scolastici in cui sono presenti indirizzi sperimentali. In tal caso le relative delibere di adozione dei testi scolastici debbono essere adeguatamente motivate da parte del Collegio dei docenti ed approvate dal Consiglio di istituto.
Articolo 3
- I tetti di spesa, riferiti sia alla versione a stampa che a quella on line e mista, entro cui i docenti sono tenuti a mantenere il costo dell’intera dotazione libraria delle classi terze, quarte e quinte della scuola secondaria di secondo grado, sono quelli stabiliti nell’allegato 3, che costituisce parte integrante del presente decreto.
Eventuali incrementi degli importi indicati debbono essere contenuti entro il limite massimo del 10 per cento, negli istituti scolastici in cui sono presenti indirizzi sperimentali. In tal caso le relative delibere di adozione dei testi scolastici debbono essere adeguatamente motivate da parte del Collegio dei docenti ed approvate dal Consiglio di istituto.
Articolo 3
– Il presente decreto si applica alle adozioni di libri di testo da effettuarsi per l’anno scolastico 2011/2012.

Sintesi degli allegati 2 e 3 –   Tetto massimo di spesa per l’a. s. 2011-2012 -  Scuola secondaria di II grado

Tipologia di scuola I anno nuovo

ordinamento

II anno nuovo

ordinamento

III anno vecchio ordinamento IV anno vecchio ordinamento V anno vecchio ordinamento
Liceo Classico 330,00 190,00 376,00 310,00 320,00
Liceo Scientifico 315,00 220,00 315,00 284,00 305,00
Liceo Scientifico opz. sc. applicate 300,00 205,00      
Liceo Scienze umane 315,00 180,00      
Liceo Linguistico 330,00 190,00      
Istituto Magistrale *     305,00 233,00 244,00
           

 

* Riguarda gli indirizzi specializzati attivati presso gli ex istituti magistrali (socio-psico-pedagogico, scienze sociali ecc.)

          Comprende anche il Liceo Linguistico

 

I TESTI CONSIGLIATI

 Si precisa che  l’eventuale acquisto dei testi consigliati non costituisce un obbligo, ma rientra esclusivamente nella libera scelta delle famiglie e degli studenti. (Circolare n. 18 del 09/02/2012).

Al fine di uniformare le determinazioni, che gli organi collegiali adotteranno nei prossimi giorni, i testi “consigliati” – da ben distinguere da quelli obbligatori -  non sono da considerare ai fini dell’individuazione del tetto di spesa per ciascuna classe.

Anche i vocabolari, i dizionari, gli atlanti ecc., che dovranno essere inseriti tra i testi ”consigliati”, non saranno considerati ai fini dell’individuazione del tetto di spesa per ciascuna classe.

               PARTE SECONDA: PROCEDIMENTO  DI  ADOZIONE

 A – Lunedì 16 aprile 2012  con inizio alle ore 14:45  avrà luogo una riunione dei docenti suddivisi per dipartimenti di area disciplinare, durante la quale si procederà  “ alla verifica dei testi in uso ed all’esame delle novità editoriali,  proposte alle scuole ed agli insegnanti  a cura degli operatori accreditati dalle case editrici o dall’ANARPE, sulla base:

a)        dei programmi di insegnamento, del complessivo itinerario del progetto di istituto,  con particolare riferimento ai contenuti del contratto formativo,

b)   specifici indicatori  quali l’organicità della presentazione della disciplina;  la correlazione tra gli argomenti trattati  e le reali possibilità di apprendimento; l’interdipendenza tra stile espositivo ed età degli studenti; la corretta impostazione sul piano scientifico ed  epistemologico degli argomenti trattati;  l’idoneità a promuovere il senso della  ricerca  ed a sollecitare  l’acquisizione di un personale metodo di studio;  l’attenzione ai contenuti formativi essenziali;  l’assenza di stereotipi  legati ai ruoli tradizionali dell’uomo e della donna;  la tutela della pubblicità ingannevole; la snellezza; il ”peso”  e l’economicità”  (vedi C.M. 763/96).

 Per ciascun dipartimento il docente responsabile  provvederà al coordinamento ed il docente segretario alla verbalizzazione della seduta utilizzando il modello predisposto:

Dipartimenti disciplinari Docente responsabile Docente verbalizzante
ARTE E LINGUAGGI VISIVI Prof. Maria Pia Carina Prof. Eliseo Orlandini
DIRITTO ed ECONOMIA Prof. Roberta Tommei Prof. Roberta Tommei
EDUC FISICA/SCIENZE MOTORIE Prof. Riccardo Cappelli Prof. Giuliani Mario
FILOSOFIA e STORIA Prof. Giovanni Benvenuti Prof. Carolina Pellegatta
LETTERE Prof. David Del Carlo Prof. Franca Ragone
LINGUE Prof. Laura Rosellini Prof. Veronica Gozzo
MATEMATICA E FISICA Prof. Cristina Michelotti Prof. Cinzia Gonfiotti
SCIENZE UMANE Prof. Anna Maria Ponziani Prof. Pia Maria Tornaboni
RELIGIONE Prof. Gloria Di Vita Prof. Loretta Agostini
SCIENZE E CHIMICA Prof. Luisa Franchi Prof. Manuela Pellegrini

 

B  -  Effettuata la verifica dei testi in uso, secondo le modalità  descritte nel precedente paragrafo A, durante la seduta del 16/04/2012 i docenti procederanno alla formulazione delle proposte di conferma  e di nuova adozione, utilizzando i prospetti con gli elenchi dei libri di testo dell’anno scolastico in corso (consegnati ai coordinatori di Dipartimento a partire dal 1° marzo scorso).

Successivamente sull’apposito  prospetto vuoto (a disposizione di ogni coordinatore di Dipartimento presso la portineria della sede centrale, da venerdì 12 aprile 2012 ore 12:00) dovranno essere annotati gli scorrimenti e le nuove adozioni.

 Per le sole proposte di nuova adozione  per l’a.s. 2012/2013 dovrà essere compilato   l’ALL.1 (relazioni).

I prospetti compilati e, per ciascuna nuova adozione l’All. 1, dovranno essere consegnati alle proff. Vizzari o Gallorini improrogabilmente entro le ore 12:00 di venerdì 20 aprile 2012.

 C – A partire dal giorno 4 maggio 2012 (nota: per sopraggiunte esigenze i consigli di classe si riuniranno nei gg. 7-8-9-10/5/2012) i coordinatori dei consigli di classe potranno ritirare nella portineria della sede centrale i prospetti relativi ai libri di testo della classe medesima senza distinzione di sezione da adottare o confermare per l’a.s. 2012/2013. Durante la seduta  del mese di maggio 2012  i docenti sottoporranno le proposte di nuova adozione, per l’espressione  del motivato parere, all’esame dei consigli di classe con la presenza dei rappresentanti dei genitori  e degli studenti. Detto parere del consiglio di classe dovrà essere riportato sul registro dei verbali.

Tutti i coordinatori dovranno accertarsi che le classi per le quali saranno adottati o confermarti testi non abbiano superato il limite di spesa  dei testi in uso nel corrente anno scolastico e successivamente consegnare in segreteria i prospetti corretti.

D – Entro le ore 12:00 di venerdì 11 maggio 2012 i volumi proposti  per le nuove adozioni con le rispettive relazioni (Allegato 1) dovranno essere  consegnati all’Ass Amvva  Rifino Nicoletta, presso la quale resteranno fino a martedì 15 maggio, per essere visionati da chi ne  abbia interesse.

E – Il Collegio dei docenti, sulla base delle proposte formulate dai singoli docenti e delle valutazioni del consiglio di classe  nella composizione allargata, adotterà la deliberazione di nuova adozione dei testi nella seduta del 15  maggio 2012 (attenzione: L’O. d. G. della seduta sarà pubblicato con ragionevole anticipo).

Dopo la formalizzazione delle adozioni, la relazione illustrativa di ciascun volume sarà acquisita agli atti della scuola.

 F – Successivamente alla pubblicazione degli elenchi da parte dell’Ufficio di Segreteria, entro i successivi gg. 5 ciascun docente dovrà controllare per le proprie discipline i testi confermati o adottati nei consigli di classe alla cui seduta ha partecipato.  Dopo il controllo ciascun docente apporrà la propria firma sull’apposito elenco.

 G – L’elenco dei testi adottati e dei volumi consigliati per l’anno scolastico 2012/2013 sarà pubblicato all’albo e sul sito web  dell’Istituto nel periodo immediatamente successivo al termine del completamento dell’iter delle adozioni.

 Attenzione:

 1) È  assegnato l’incarico di coordinare le attività in parola alla Prof.ssa Gallorini Roberta per l’area umanistica ed alla Prof.ssa Vizzari Francesca Romana per l’area scientifica.

L’Ass. Amm.va  Rifino Nicoletta é responsabile del procedimento di adozione.

 2)  Classi  previste per il 2012/2013

classi Indirizzo Classico Indirizzo Linguistico Indirizzo Scientifico

Ordinario

Indirizzo Scientifico

Scienze applicate

Indirizzo Scienze Umane ordinario
1^ Sez. A Sez. A – B Sez. A – B Sez. A – B Sez. A – B
2^ Sez. A Sez. A – B – C Sez. A – B Sez. A – B Sez. A – B
3^ Sez. A Sez. A – B Sez. A – B – C   Sez. A – B
classi Ordinamento previg Indiriz Ling. C.M. 27 Indir Scient – Brocca   Indir SocPP Brocca
4^ Sez. A Sez.  A – B – C Sez. A – B – C   Sez. A – B
5^ Sez. A Sez. A – B Sez. A – B   Sez. A – B
totale 5 12 12 4 10

 

3)  Per ciascuna classe  si intenderà che, in assenza di proposte di nuove adozioni, sono confermati per l’a. s. 2012/2013 i testi in uso nell’a. s. corrente.

 Pescia    12 aprile 2012                                       

                                                                                              IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                             (Giulio Simonatti)

I Commenti sono chiusi